google-site-verification: google8f794e7ffc2b77cb.html

domenica 1 marzo 2015

DAL 1 AL 5 MARZO 2015 ROMA GRATIS - ROME FOR FREE

1 MARZO 2015


DOMENICA AL MUSEO: ingresso gratuito nei musei civici

Domenica 1 Marzo si entra gratuitamente in tutti i musei civici

DOMENICA AL MUSEO: ingresso gratuito nei musei civici


Dove:
VARI LUOGHI Roma

Quando:
01/03/2015
 Musei Civici della Capitale tornano gratuiti domenica 1 Marzo per tutti i residenti a Roma (ad eccezione dello spazio mostre del Museo dell’Ara Pacis).

- MUSEI CAPITOLINI
- CENTRALE MONTEMARTINI
- MERCATI DI TRAIANO
- MUSEO DELL'ARA PACIS
- MUSEO DI ROMA IN PALAZZO BRASCHI
- MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE
- MUSEI DI VILLA TORLONIA
- MACRO e MACRO Testaccio
- MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA
- GALLERIA D'ARTE MODERNA DI ROMA CAPITALE (temporanemente chiusa fino al 5 novembre 2014)

Aperti e visitabili pure i seguenti musei che sono a ingresso gratuito anche negli altri giorni della settimana:

- MUSEO PIETRO CANONICA
- MUSEO NAPOLEONICO
- MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO
- MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA
- MUSEO DELLE MURA
- VILLA DI MASSENZIO
- MUSEO CARLO BILOTTI (temporaneamente chiuso) funweek


1 Marzo. Programma Casa del Cinema di Roma

Film da non perdere

28 Febbraio - 1 Marzo. Programma Casa del Cinema di Roma


Dove:
Largo Marcello MastroianniRoma

Quando:
Dal 28/02/2015 al 01/03/2015

RICH AND STRANGE (Ricco e strano)  di Alfred Hitchcock ? replica
RICH AND STRANGE di Alfred Hitchcock Ricco e strano GB, 1932, 83′, v.o.sott.it Grazie ad una grossa eredità una giovane coppia, stanca della solita routine, decide di fare il giro del mondo. Per una serie di eventi imprevedibili, il viaggio si trasforma in un’incredibile avventura.Grazie ad una grossa eredità una giovane coppia, stanca della solita [...]




Il Principe dei sogni 

 Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino

dal 17 febbraio al 12 aprile 2015

Il Salone dei Corazzieri del Palazzo del Quirinale accoglie dal 17 febbraio al 12 aprile 2015 la mostra “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino” che raduna, dopo centocinquanta anni, i venti arazzi che raffigurano la storia di Giuseppe, figlio di Giacobbe, narrata nella Genesi(37-50).
Gli arazzi, divisi per volere dei Savoia nel 1882 tra Firenze e il Palazzo del Quirinale, tornano, grazie all’impegno della Presidenza della Repubblica Italiana e del Comune di Firenze, a essere esposti insieme in una mostra unica. Questa serie di panni monumentali, oggetto di un complesso e pluridecennale restauro presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e il Laboratorio Arazzi del Quirinale, rappresenta una delle più alte testimonianze dell’artigianato e dell’arte rinascimentale.
Gli arazzi con le Storie di Giuseppe vennero commissionati da Cosimo I de’ Medici tra il 1545 e il 1553 per la Sala dei Duecento di Palazzo Vecchio a Firenze. I disegni preparatori furono affidati ai maggiori artisti del tempo, primo fra tutti Pontormo. Ma le prove predisposte da quest’ultimo non piacquero a Cosimo I, che decise di rivolgersi ad Agnolo Bronzino, allievo di Pontormo e già pittore di corte, e a cui si deve parte dell’impianto narrativo della serie. Tessuti alla metà del XVI secolo nella manifattura granducale, tra le prime istituite in Italia, furono realizzati dai maestri arazzieri fiamminghi Jan Rost e Nicolas Karcher sui cartoni forniti da Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati.
Cosimo de’ Medici nutriva una particolare predilezione per la figura di Giuseppe, nelle cui fortune vedeva rispecchiate le alterne vicende dinastiche medicee: Giuseppe, figlio prediletto di Giacobbe, tradito e venduto come schiavo dai fratelli, fatto prigioniero in Egitto, riesce comunque, grazie alle sue rare doti intellettuali, a sfuggire alle avversità, a perseguire una brillante carriera politica e a raggiungere posizioni di potere. Abile parlatore, consigliere e interprete dei sogni del Faraone, mette in salvo un’intera popolazione dalla carestia e, infine, dà prova di clemenza e magnanimità, perdonando i fratelli che lo avevano tradito.
I visitatori possono accedere alla mostra con ingresso gratuito e senza bisogno di prenotazione nei giorni feriali da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. L’orario di apertura domenicale è dalle ore 8.30 alle ore 12.00 in concomitanza e con le disposizioni dell’apertura al pubblico delle sale di rappresentanza. La mostra rimane chiusa tutti i lunedì, domenica 5 aprile ed eventualmente in occasioni di impegni istituzionali in programma al Quirinale di cui sarà data immediata comunicazione. 


Concerti domenicali alla cappella paolina


Domenica 1 Marzo

la Cappella Paolina

Dove:
Via della Dataria, 96 Roma

Quando:
28/02/2015

Da ottobre a giugno i visitatori del Palazzo del Quirinale potranno assistere ai concerti tenuti nella Cappella Paolina.
Le esecuzioni sono trasmesse alle ore 11,50 in diretta su Radio 3 e attraverso i collegamenti Euroradio in molti paesi d'Europa.

Produzione di Radio3 in collaborazione con Rai-Quirinalemarzo 2015